Sinossi

Con l’assumere il punto di vista sistemico-relazionale (in riferimento al criterio della ricerca) e la prospettiva dell’antropologia personalistica (in riferimento al criterio interpretativo), Claudia Spina indaga tre aree di interesse: alcune questioni cardine relative alla dimensione epistemologica della pedagogia; la diade pedagogia-cambiamento, foriera di un nuovo quadro epistemologico in continuo divenire; il rapporto pedagogia-educabilità umana, proprio della scienza pedagogica. Il percorso euristico-ermeneutico condotto in questo volume approfondisce la componente teoretica della riflessione pedagogica, il nesso esistente con la prassi educativa (epistemologia prasseologica) e il lessico pedagogico, inerente all’oggetto di studio identificativo e fondativo della pedagogia, quale scienza dell’istruzione, dell’educazione e della formazione. Alla luce della complessità sistemica e dei cambiamenti antropologici riscontrabili nella contemporaneità, l’Autrice guida anche nella comprensione della specifica intenzionalità della scienza pedagogica (rintracciabile nel coltivare l’umano) e dell’inscindibile rapporto tra la pedagogia e l’etica. L’attenzione euristica, esplorando la fenomenologia dei processi paideutici, si rivolge poi alla persona come essere educabile, per soffermarsi sull’Io “costruttore” di sé e del mondo (pedagogia costruttivista), sull’Io dialogico-relazionale (pedagogia del logos) e sull’Io narrante-narrato (pedagogia della narrazione). Una serrata dialettica tra la riflessione teorica (chiamata a precisare il senso dell’educare-formare, in conformità alla prescelta opzione antropologica) e la rilevazione empirica (radicata nel mondo esperienziale) concorre a definire, senza soluzione di continuità, la riorganizzazione epistemologica della pedagogia. Quest’ultima, quale scienza inerente alla cura dell’umano, pur essendo (tuttora) un settore a volte emarginato e sottovalutato, è da ritenersi un sapere insostituibile oggi e domani, che necessita perciò di essere costantemente tutelato e posto al centro del dibattito socio-culturale e politico.

Autore

Claudia Spina
Claudia Spina è professoressa associata presso l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dove insegna Storia della pedagogia e della letteratura per l’infanzia, Filosofia dell’educazione e per l’infanzia ed Epistemologia pedagogica. Tra le sue pubblicazioni: Educarsi al meglio di sé. La Pedagogia di Raffaele Resta (Vita e Pensiero, 2013); Ascoltare l’educazione (ELS-La Scuola, 2018). Ha curato (con M.C. López-López) il volume: Reflections for an ethical-dialogical, sustainable and inclusive paideia. International contributions from a heuristic perspective (Pensa MultiMedia, 2023).