Sinossi

Nell’era della nuova rivoluzione industriale, l’impatto delle tecnologie disruptive hanno non solo modificato la struttura stessa della produzione, ma hanno anche rivoluzionato il modo in cui le persone svolgono le proprie attività lavorative, apprendono nuove competenze e costruiscono identità professionali e organizzative. È per questa ragione che il presente volume si propone di analizzare le dimensioni capacitanti del lavoratore generativo a seguito dell’introduzione e progressiva affermazione dell’intelligenza artificiale e robotica. Ne risulta un’analisi attenta di come oggi sia possibile sviluppare il talento del lavoratore a partire da una prospettiva formativa eutagogica ed ecosistemica capace di far leva sull’agency e sull’autoregolazione dell’apprendimento. Un libro di analisi e argomentazione pedagogica che analizza la trasformazione dei modelli di formazione in una consapevole e critica società delle macchine intelligenti che decide responsabilmente di porre al centro l’uomo e le sue traiettorie di sviluppo.

Autore

Massimiliano Costa
Massimiliano Costa è Professore Ordinario di Pedagogia generale e Pedagogia del lavoro e degli adulti dell’Università Ca’ Foscari. Nella stessa Università è Coordinatore del Centro per la formazione abilitante l’insegnamento secondario, Delegato Rettrice per la Formazione Docenti Universitari e della scuola Secondaria, Direttore CISRE (Centro Internazionale di Studi sulla Ricerca Educativa). Vice Coordinatore Dottorato Filosofia e Scienze della Formazione, Co-coordinatore Rete Nazionale Siped di Pedagogia del lavoro. Direttore di diverse collane editoriali nazionali sul tema. Autore di diverse opere scientifiche è stato Vincitore Premio Nazionale Siped 2017 per “Capacitare Innovazione” (FrancoAngeli); Vincitore Premio Nazionale As.Pe.I 2021 per “Formatività e lavoro nella società delle macchine intelligenti” (FrancoAngeli).