Antonella Nuzzaci (a cura di)

Patrimoni culturali, educazioni e territori. Verso un'idea di multiliteracy

Collana: Patrimoni culturali e ricerca educativa
Anno: 2011
Pagine: 348
Formato: 17.00 x 24.00 cm
ISBN: 9788882329129

€ 24,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il  volume esplora le relazioni tra patrimoni, educazioni e territori, le cui connessioni riguardano i  diversi modi di concettualizzare gli eventi, i fatti e i fenomeni della fruizione culturale quale complessa “pratica di alfabetizzazione”. Esso fornisce un quadro di riferimento utile per la comprensione dei contesti culturali e dei confini contestuali entro cui si muove l’ “heritage literacy”, come risultato desiderabile ed atteso di un processo formativo fondato su un’educazione al patrimonio capace di attivare proposte culturali qualitativamente apprezzabili attraverso le quali gli individui acquisiscano, adottino, adattino e padroneggino gli apparati simbolici della cultura. Perseguire un’alfabetizzazione ai patrimoni significa dunque passare da un’idea di “literacy” ad una di “multiliteracy” che vede agire linguaggi, ambienti e saperi all’interno di precisi spazi di “mediazione simbolica” che utilizzano modalità plurime e canali multimodali per contrastare le forme di disuguaglianza presenti e costruite nella cultura stessa. I contributi di coloro che, a differente titolo (ricercatori, esperti, educatori, decisori politici ecc.) e fornendo interpretazioni diverse, hanno partecipato alla stesura del volume restituiscono al lettore una chiara immagine del potere formativo dei beni, tangibili e intangibili, e del loro essere portatori culturali e sociali di conoscenza oltre che fondatori dell’identità. Quali dotazioni strutturali degli individui e delle collettività, sistemi integrati della cultura ed espressioni materiali ed immateriali delle comunità di riferimento, i beni, in tutte le loro accezioni, concepiti come veri e propri “testi culturali”, costruttori di senso e di significati, manifestano nella loro produzione simbolica un complesso insieme di conoscenze condivise che dà valore all’esistenza collettiva di un gruppo consentendo, allo stesso tempo, agli apprendimenti formali, informali e non formali di dialogare e di rafforzarsi vicendevolmente.

Autore

Antonella Nuzzaci
Antonella Nuzzaci is Associate Professor of Experimental Pedagogy at the Department of Human Studies at the University of L’Aquila, where she is Dean of the Didactic Area Council in Education and Social Work. She deals with problems of educational experimentalism in the field of evaluation and self-evaluation processes of the higher education system; methodological, reflective and digital skills in teacher training; relationships between new alphabetic forms (multiliteracies) and profiles of school population in the direction of a possible strengthening of the latter through the use of tangible and intangible cultural assets. She is the author of numerous national and international publications including Linguistic Policies and Issues in teachers’ training (with Francesco Avolio and Lucilla Spetia, Lecce-Brescia, 2019)