Davide Ruggieri

Il conflitto della società moderna. La ricezione del pensiero di Arthur Schopenhauer nell'opera di Georg Simmel (1887-1918)

Collana: Schopenhaueriana
Anno: 2010
Pagine: 356
Formato: 14.00 x 21.00 cm
ISBN: 9788882327569

€ 28,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Che cosa accomuna il sociologo berlinese Georg Simmel e il filosofo pessimista Arthur Schopenhauer? Questo studio mette in evidenza gli aspetti che permettono di accostare questi due pensatori, apparentemente tanto distanti tra loro, e mostra che Schopenhauer è uno degli autori con i quali Simmel non cessa di dialogare e di confrontarsi criticamente durante tutto l'arco della sua operosità di filosofo e di sociologo. Ad ognuna delle tre fasi, in cui si articola il pensiero simmeliano - positivistico - evoluzionista, relativista e vitalista - corrisponde una modalità diversa del suo approccio a Schopenhauer. Mentre nella prima fase Simmel si rapporta criticamente al tema del pessimismo e nella seconda utilizza alcuni filosofemi schopenhaueriani nella fondazione della sua sociologia, nell'ultima fase valorizza Schopenhauer come fondatore della filosofia della vita.

Scheda del libro su Puglialibre