La pedagogia nell'era della tecnica

Derive e nuovi orizzonti

A cura di Cosimo Laneve, Riccardo Pagano

Collana: Università & Ricerca
Anno: 2006
Pagine: 160
Formato: 15x20,5cm
ISBN: 9788882324451

€ 15,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Atti del Seminario Nazionale SIPED (Roma 10 marzo 2005)

L’umanesimo pedagogico non ce la fa a farsi valere in tempi di forti ed angoscianti interrogativi sulle imprevedibili potenzialità della tecnica e della tecnologia. Che lo studio e la ricerca relativi all’educare debbano aprirsi alle innovazioni offerte dalla tecnica e dalla tecnologia è fuori dubbio, ma è vero altresì che mai devono rinunciare di guardare al nuovo con quell’”occhio pedagogico” vigile nella selezione e propositivo nella scelta. La pedagogia, dunque, è fortemente sollecitata a fare i conti con la tecnologia (dell’istruzione) in modo sereno, ma anche critico e soprattutto dialettico. Essa deve prestare attenzione affinché: si evitino assolutizzazioni cognitivistiche; si rilanci la ricerca di senso nella formazione; si superi il riduttivismo della rigidità dei ruoli e delle attese produttivistiche; si rimetta l’uomo al centro dell’azione educativa; si riproponga la funzione del dialogo faccia-a-faccia. Fortemente sollecitata dalla tecnica, la pedagogia, deve, pertanto, andare oltre l’interpretazione critica, deve farsi carico di rimarcare i quadri di riferimento, di rinnovare le “cornici” dei problemi, di ridisegnare il tratteggio delle questioni.