Tomaso Tomasi

Il principe studioso

Collana: La Stadera
Anno: 2002
Pagine: 236
Formato: 14,5x21cm
ISBN: 9788882321770

€ 18,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il Principe studioso (1643), di Tomaso Tomasi, si configura come un trattato di pedagogia del principe che trae la sua origine remota dagli specula principis medievali e quella più immediata dai trattati quattro-cinquecenteschi, quando la questione dell’umanesimo etico e quella della formazione militare del principe si pongono in maniera più urgente. In un momento in cui la rigida ortodossia cattolica non lascia spazio se non a riadattamenti delle dottrine aristoteliche, e la ragion di stato, respinta in sede teorica, si afferma nella prassi, il Tomasi traccia, per una completa formazione del governante, le linee di una cultura di stretta impronta controriformistica. Tuttavia, dimostrandosi convinto assertore di quella regola di vita seicentesca che è l’arte della simulazione, l’autore riesce a includere anche Machiavelli, La Noue, Bodin, messi all’Indice dalle gerarchie ecclesiastiche. Preme sottolineare, in questo trattato sul principe, il ruolo fondamentale delle lettere e l’atto di accusa mosso dal Tomasi nei confronti di chi tale ruolo trascura, ritenendo che i percorsi del buon governo, e dunque della politica, possano rinunciare a un così efficace nutrimento.