Marcello Montanari

Studi su Gramsci. Americanismo, Democrazia e Teoria della Storia nei Quaderni del Carcere

Collana: La Stadera
Anno: 2002
Pagine: 220
Formato: 14.50 x 21.00 cm
ISBN: 978888232172X

€ 16,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Rileggere la riflessione politica e filosofica di Gramsci alla luce del quaderno dedicato ad Americanismo e fordismo è l’obiettivo che questo volume si prefigge. Esso mostra come l’americanismo – attraverso la riorganizzazione delle tecniche produttive e la ri-determinazione del mercato mondiale – produca un mutamento delle forme sociali e della struttura del mondo. L’analisi di tale mutamento induce Gramsci ad elaborare un complesso sistema di categorie (guerra di movimento e guerra di posizione, cesarismo e egemonia, rapporto tra formazione sociale e funzioni intellettuali, ecc.), che innovano sia la teoria della storia che la moderna idea di democrazia. Nei Quaderni è, così, possibile rintracciare una concezione del divenire storico come un processo scandito dai processi costitutivi di soggetti egemoni. È il farsi e disfarsi di tali soggetti che discretizza il tempo storico e lo sottrae ad una visione lineare ed escatologica. È la funzione che tali soggetti assumono nel determinare il mercato e nella crescita delle facoltà di governo, a caratterizzare la natura originariamente pluralistica della “democrazia dei moderni”, da Gramsci ripensata in un serrato colloquio con i classici della filosofia politica moderna  (da Machiavelli a Kant, da Hegel a Marx). È, infine, da questa visione pluralistica della democrazia che Gramsci muove per produrre il suo giudizio politico sui totalitarismi (fascismo e comunismo) e per definire una strategia politica anti-fascista centrata sull’idea della Costituente.