Emmanuel Levinas

Filosofia del linguaggio

A cura di Julia Ponzio

Collana: Il Segno e i suoi Maestri
Anno: 2020
Pagine: 322
Formato: 10,5x17,5cm
ISBN: 9788867607266

€ 20,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Questo libro raccoglie una scelta dei testi più significativi del l'opera di Levinas. In essi risulta quanto importante, originale e innovativo sia il suo contributo alla concezione del segno e del parlare. La sua attenzione al rapporto fra soggetto, identità e linguaggio comporta che l'apertura della totalità verso l'alterità, su cui si concentra la sua meditazione, si realizzi fondamentalmente come filosofia del linguaggio. Comprendere questo significa anche accostarsi al pensiero levinasiano senza equivocarne l'ambito entro cui si dispone: esso trova nella materialità, nell'alterità, nel linguaggio il proprio terreno di scavo e costruzione.

Allegati
  • Indice Indice Indice
Autore

Emmanuel Levinas
Emmanuel Levinas (Kaunas, Lituania, 1906 - Parigi 1995) ? una figura fondamentale del pensiero filosofico del Novecento. Le sue opere pi? importanti: Totalitˆ e infinito (1961) e Altrimenti che essere (1974). La sua riflessione parte dal pensiero di Husserl e di Heidegger, dalla Bibbia e dal Talmud. Nel 1923 si stabilisce in Francia e intraprende gli studi di filosofia a Strasburgo. Conosce il filosofo e critico letterario Maurice Blanchot, con il quale ha inizio una lunga e profonda amicizia e sul cui pensiero pubblica questa monografia Sur Blanchot.