Sinossi

Dopo Pop pedagogia (2012) e Pop education (2016), questa terza raccolta di saggi conclude una trilogia del pop dove, alla centratura sulla pedagogia e sull’educazione, fa seguito il progetto in fieri di una post-pedagogia, di uno sconfinamento alterdisciplinare. Il tentativo non è di fondare una nuova scienza, quanto, piuttosto, di abbattere i muri e le barriere che confinano le conoscenze e le competenze “altre dalle proprie” in luoghi oscuri dell’altrove (cultura “alta” versus cultura “bassa”; scuola versus università; cultura accademica versus cultura pratica; pedagogia versus psicologia e sociologia). Il limite fra disciplina e disciplinamento, peraltro, è estremamente labile; per smettere di essere disciplinati, come direbbe Paul Bowman, non occorre, tuttavia, rinunciare autarchicamente alla propria identità epistemologica: si tratta, piuttosto, di abdicare a quella che il ricercatore chiama “astuzia della ragione disciplinare”, interpretabile quale tentazione soporifera di “cedere al primo sguardo” (naturalmente, il proprio) e di astenersi dogmaticamente dal “guardare oltre”. Di fatto, gli studiosi che hanno accettato la sfida di questa curatela interdisciplinare in chiave alterdisciplinare si sono interrogati su temi di cultura pop a partire da specifici punti di vista: la filosofia e le serie TV, la sociologia e il primato dell’immagine, la sociolinguistica e la moda, l’organizzazione di eventi e la pop-agogia, la competenza simbolica e la musica pop, i linguaggi della comunicazione e i generi musicali coevi, la pedagogia dei media e la più grande popstar della storia. Il risultato complessivo è una collezione di contributi scientifici di respiro internazionale e di portata innovativa e prospettica. Massimiliano Stramaglia è professore ordinario di Pedagogia generale e sociale e presidente del Consiglio delle Classi Unificate in Scienze dell’educazione e della formazione e in Scienze pedagogiche presso il Dipartimento di Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università degli Studi di Macerata. È autore dei volumi: I nuovi padri. Per una pedagogia della tenerezza (2009); Dentro la famiglia. Pedagogia delle relazioni educative familiari (con M. Corsi) (2009); Amore è musica. Gli adolescenti e il mondo dello spettacolo (2011); Una madre in più. La nonna materna, l’educazione e la cura dei nipoti (2013); Jem e Lady Gaga. The Origin of Fame (2014); Educare la depressione. La scrittura, la lettura e la parola come pratiche di cura (con M.B. Rodrigues) (2018). Alcuni di questi testi sono stati tradotti in lingua inglese e in lingua portoghese. Ha pubblicato diversi articoli su riviste scientifiche nazionali e internazionali.

Autore

Massimiliano Stramaglia
Massimiliano Stramaglia è Professore ordinario di Pedagogia generale e sociale presso l’Università degli Studi di Macerata. Ha conseguito il dottorato di ricerca in “Dinamiche formative ed educazione alla politica” (ciclo XXI) presso l’Università degli Studi di Bari. Coordina, nell’ambito dell’Ateneo maceratese, il Centro di Documentazione, Ricerca e Didattica nel Campo delle Professioni Educative e Formative (CIRDIFOR). È socio della SIPED (Società Italiana di Pedagogia), dell’AIP (Associazione Italiana di Psicologia) e della IASPM (International Association for the Study of Popular Music).