Il teatro nello specchio. Storia e forme della metateatralità in Italia dal Cinque al Novecento

Collana: Quaderni ginevrini d'italianistica
Anno: 2018
Pagine:  180
Formato: 16x25cm
ISBN: 9788867605903

€ 28,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Un’illusione al quadrato. O piuttosto lo svelamento di ogni illusione? Il teatro dentro al teatro, detto anche metateatro, è un procedimento che ci pone di fronte ai più sottili dilemmi della sospensione della nostra incredulità. Se dobbiamo credere, non possiamo dubitare: perciò i retroscena della macchina illusoria è bene che rimangano nascosti. Perché dunque rompere il velo mostrando ciò che sta dietro? Qual è il motivo profondo che spinge il teatro a mettere in scena se stesso in quanto artificio? A tali e a molte altre domande tentano di rispondere gli Atti del convegno Il teatro nello specchio, tenuto all’Università di Ginevra nel maggio del 2017. Nei saggi qui riuniti a cura di Marco Sabbatini, alcuni dei più autorevoli studiosi di letteratura teatrale sono chiamati ad interrogarsi sui tre grandi periodi interessati al fenomeno del metateatro: quello iniziale, che va da Niccolò Machiavelli a Carlo Goldoni; gli anni 1920 e l’avventura del Teatro d’Arte, che coinvolge Luigi Pirandello, Massimo Bontempelli e Alberto Savinio; il dopoguerra, con Giovanni Testori e la drammaturgia contemporanea.