Paolina Mulé (a cura di)

Il dirigente per le scuole

Manager e leader educativo

Collana: Questioni Pedagogiche e Formative
Anno: 2015
Pagine: 252
Formato: 14.00 x 21.00 cm
ISBN: 9788867602919

€ 20,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Per visualizzare l'indice del volume, clicca QUI

In Italia, negli ultimi dieci anni, tanti sono stati i testi pubblicati sulla professionalità del dirigente scolastico, perché pubblicarne un altro? Vi sono tante ragioni, ma una ragione in particolare spinge l’A. ad occuparsi della figura del dirigente scolastico per le scuole autonome, alla luce degli ultimi dispositivi legislativi e riguarda il fatto che il modello di scuola ancora esistente, se non muta entro il 2030, come preannunciato dai recenti dati dell’Unesco, potrà portare alla deriva l’attuale sistema di istruzione e di formazione italiano. Vi è quindi la necessità di cambiare l’immagine ma anche l’organizzazione, le pratiche educative della scuola, pena la dissoluzione di un servizio fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle future generazioni. In questo lavoro l’Autore raccoglie, quindi,  contributi sul ruolo, le competenze e le responsabilità del dirigente scolastico che sono stati proposti da un gruppo di docenti universitari coinvolti negli ultimi Master e nei Corsi che si sono svolti presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Ateneo di Catania. L’intento è quello di offrire ai futuri docenti che aspirano a diventare dirigenti scolastici, nonché ai dirigenti scolastici già in carica,  approfondimenti su aspetti legati alla professionalità del dirigente scolastico. Questa professione si scontra, oggi più che mai, con la complessità degli eventi che si presentano nell’ambito della governance delle scuole autonome, con le problematicità quotidiane legate alla gestione del personale della scuola, con la difficile relazione delle famiglie e con gli alunni, che richiede sforzi maggiori per i cambiamenti sociali e generazionali che molto spesso sono difficili da gestire per una carenza di mediazione, di comunicazione interpersonale, con la diffidenza delle istituzioni e degli attori del territorio che alcune volte appare insormontabile da superare per poter co-costruire reti significative, al fine di raggiungere obiettivi sociali ed educativi comuni.

Autore

Paolina Mulè
Paolina Mulè, Ordinario di Didattica e Pedagogia speciale, Università degli Studi di Catania presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociale. Presidente della Commissione paritetica del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Membro SIRD, SIPED e SIREF. Negli ultimi 11 anni ha coordinato a Catania numerosi Master di I e II livello e si interessa dei problemi epistemologici della pedagogia generale e didattica in relazione ai temi della scuola e della formazione del docente in Italia e all'estero. É stata Visiting Research presso The Center for Dewey Studies di Carbondale (Illinois-Usa) e presso l'Universidad de Val-ladolid (España).