Luciano Galliani, Marina De Rossi (a cura di)

Videoricerca e documentazione narrativa nella ricerca pedagogica

Collana: Ontologie Pedagogiche
Anno: 2014
Pagine: 190
Formato: 17.00 x 24.00 cm
ISBN: 9788867602070

€ 23,00
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

Il tema della videoricerca è pressoché ignorato nelle scienze pedagogiche del nostro Paese  o meglio si usa quasi esclusivamente il video per documentare azioni didattiche, in funzione della formazione iniziale e in servizio degli insegnanti, o raramente per riflettere assieme e migliorare le pratiche educative. Nella pedagogia, a differenza di altre scienze umane e sociali, come la sociologia, l’antropologia, l’etnografia, non possiamo rivendicare un framework  specifico e condiviso di pedagogia visuale. In questo testo abbiamo, in primo luogo, ricostruito il quadro scientifico, che inserisse  con argomentazioni convincenti la video-ricerca e la documentazione digitale entro l’ambito della ricerca pedagogica, cercando conferme nella letteratura scientifica nazionale e internazionale riguardante il ruolo dei  metodi visuali nella ricerca. Abbiamo, in secondo luogo, rilevato attraverso un questionario, gli usi e indagato sulle percezioni e le opinioni dei ricercatori italiani dei vari settori pedagogici rispetto alla videoricerca  e alla videodocumentazione, in modo da delinearne le prospettive di sviluppo metodologico e valutativo nella ricerca educativa.

Il testo propone, poi, un esercizio sul campo sicuramente innovativo, attraverso il lavoro di video-documentazione delle posture epistemologiche, pragmatiche ed etiche degli attori della ricerca sulle ontologie pedagogiche, con una proposta di analisi ispirata al costrutto di Comunità di Pratica di E. Wenger. Trattandosi di CdP di ricercatori professionali che costruiscono conoscenza scientifica entro strutture sociali a ciò deputate attraverso azioni di “negoziazione, partecipazione, reificazione”, abbiamo documentato con tecnologie audiovisuali se e come sono state garantite e sviluppate nel tempo le tre dimensioni del mutual engagement, della joint enterprise, del shared repertoire. Partendo dal medesimo costrutto e volendo evidenziare  la centralità delle pratiche di comunicazione e di interazione verbale abbiamo voluto non solo documentare, ma anche elaborare linee guida tecnologiche, linguistiche e metodologiche per costruire video-ricerca nelle comunità scientifiche.