Il Tuo Carrello  

Il carrello è vuoto.

Condividi

AddThis Social Bookmark Button

Collane

A-F
H-K
L-M
N-P
Q-S
T-Z
 
 

Newsletter

Iscriviti tramite Facebook
... oppure inserisci i tuoi dati:



Ai sensi del d.lgs. 196/2003, La informiamo che:
a) titolare del trattamento è Pensa MultiMedia Editore, 73100 Lecce, via A.M. Caprioli 8
b) responsabile del trattamento è Simonetta Pensa, 73100 Lecce, Via A. M. Caprioli 8
c) i Suoi dati saranno trattati (anche elettronicamente) soltanto dagli incaricati autorizzati, esclusivamente per dare corso all'invio della newsletter e per l'invio (anche via email) di informazioni relative alle iniziative del Titolare;
d) la comunicazione dei dati è facoltativa, ma in mancanza non potremo evadere la Sua richiesta;
e) ricorrendone gli estremi, può rivolgersi all'indicato responsabile per conoscere i Suoi dati, verificare le modalità del trattamento, ottenere che i dati siano integrati, modificati, cancellati, ovvero per opporsi al trattamento degli stessi e all'invio di materiale. Preso atto di quanto precede, acconsento al trattamento dei miei dati.
Acconsento al trattamento dei miei dati personali (decreto legislativo 196 del 30/Giugno/2003)

Storia dell'educazione. Scuola e istituzioni formative


PDFStampa
feed
Ordina per:

ISSN 2421-1257


Direttori: Vincenzo Sarracino, Fabrizio Manuel Sirignano


Comitato scientifico internazioneleLuciana Bellatalla (Università degli Studi di Ferrara), Gert Biesta (University of Stirling), Gaetano Bonetta (Università degli Studi G. d’Annunzio di Chieti), Enricomaria Corbi (Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli), Antonia Criscenti (Università degli Studi di Catania), José Gómez Galán (Metropolitan University - UMET, Puerto Rico), Giovanni Genovesi (Università degli Studi di Ferrara), Josè Gonzàlez Monteagudo (Università di Siviglia), Tiziana Pironi (Università degli Studi di Bologna), Maria Josè Rebollo Espinosa (Università di Siviglia), Roberto Sani (Università degli Studi di Macerata), Vincenzo Sarracino (Seconda Università degli Studi di Napoli), Fabrizio Manuel Sirignano (Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, Napoli), Maria Rosara Strollo (Università degli Studi di Napoli Federico II), Simonetta Ulivieri (Università degli Studi di Firenze), Paolo Vittoria (Università Federale di Rio de Janeiro).




Comitato di redazione: Adriana Aprea, Gabriella Armenise, Elisabetta Grieco, Salvatore Lucchese.


Gli studi storici, a partire dagli anni Sessanta, anche nel nostro Paese, hanno abbandonato il criterio metodologico che privilegiava soprattutto l’interesse parziale e limitato per gli eventi dinastici, civili e politici. Tali eventi raccontavano principalmente una storia di famiglie reali, di parentele dominanti tra altari e troni, e di episodi nazionalistici, di stampo soprattutto governativo (ideologia e potere, si potrebbe dire). Il nuovo approccio, invece, rimanda ad un’indagine di storia sociale che tiene conto di esperienze implicite ed esplicite, di eventi culturali di senso comune quotidiano, di una“common way of life”, direbbe John Dewey, che mette al centro dello scavo storico eventi istituzionali e culturali insieme: un approccio, dunque, più attento ai fenomeni della vita lavorativa, alle esperienze familiari e sociali dei soggetti, a quei gruppi di nuovi protagonisti della storia, finora dimenticati dall’indagine storiografica (bambini, giovani, donne, anziani).

Di qui l’attenzione ad adottare anche strumenti di indagine qualitativa, come le testimonianze dirette, le interviste, i documenti d’archivio, precedentemente trascurati e – per quanto riguarda la storia dell’educazione e della scuola – l’attenzione verso materiali didattici ed amministrativi (le pagelle, i registri, le relazioni didattiche, i piani di lavoro, gli esercizi e le modalità di correzione) spesso trascurati. La presente Collana, riprendendo e attualizzando tale dibattito storiografico, intende apportare un contributo alla storia dell’educazione (scuola e istituzioni educative, formali e non formali) con indagini originali che si ispirino al modello rigoroso della ricerca sociale, ma anche ad un modello di sintesi tra storia sociale, storia civile e storia politica. Una Collana, quindi, questa di Storia dell’educazione, che si preoccupa di ricostruire l’evento partendo da tali nuovi parametri e che, inoltre, si fa più attenta a quelli che sono stati definiti i “silenzi” dell’educazione (eventi, autori, dibattiti), lasciati per troppo tempo rinchiusi negli archivi e negli “stereotipi” di una storia tutta ancora da scrivere.



L’EDUCATIVO POLITICO. Appunti per una pedagogia politica oltre l’utopia

€ 18,00
Codice ISBN: 978-88-6760-361-9
Autore: Maria Grazia Lombardi
Parole chiave:
Nr. Pagine: 156
Anno: 2015
Formato: 17.00 x 24.00 cm



SOLDATI, NON FILOSOFI. Carleton Washburne e la ricostruzione scolastica in Italia

€ 18,00
Codice ISBN: 978-88-6760-143-1
Autore: Roberta Piazza
Parole chiave:
Nr. Pagine: 154
Anno: 2013
Formato: 0.00 x 0.00 cm



PEDAGOGIA CIVILE E QUESTIONE MERIDIONALE. L’impegno di Francesco Saverio Nitti e Gaetano Salvemini

€ 18,00
Codice ISBN: 978-88-6760-010-6
Autore: Fabrizio Manuel Sirignano, Salvatore Lucchese
Parole chiave:
Nr. Pagine: 210
Anno: 2012
Formato: 17.00 x 24.00 cm



L’ISTRUZIONE A NAPOLI DAL 1806 AL 1860. Politica scolastica e organizzazione scolastica

€ 17,00
Codice ISBN: 978-88-8232-063-4
Autore: Enricomaria Corbi, Maria Rosaria Strollo
Parole chiave:
Nr. Pagine: 198
Anno: 1999
Formato: 24.00 x 17.00 cm



LA RIPRESA. SCUOLA E CULTURA IN ITALIA (1943 - 1946)

€ 19,00
Codice ISBN: 978-88-8232-082-0
Autore: Vincenzo Sarracino, Roberta Piazza
Parole chiave:
Nr. Pagine: 308
Anno: 1998
Formato: 24.00 x 17.00 cm




  • «« Inizio
  • « Prec
  • 1
  • Succ »
  • Fine »»

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 8 of Internet Explorer (IE8) to take advantage of this site capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 8? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of eight years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 8 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 8, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 8 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 8 worldwide page.

Stai utilizzando ancora Internet Explorer 6 (IE6).

Il tuo browser dovrebbe essere aggiornato alla versione 8 di Internet Explorer (IE8) per usufruire delle fantastiche possibilità offerte da questo sito.

Perchè non aggiorni a Internet Explorer 8? Microsoft ha riprogettato Internet Explorer, offrendo sicurezza maggiore, nuove capacità, e una nuova interfaccia. La ragione più importante per aggiornare è la sicurezza. Internet di oggi non è Internet di otto anni fa. Ci sono pericoli che semplicemente non esistevano nel 2001, anno in cui fu rilasciato Internet Explorer 6. Internet Explorer 8 ti farà navigare in maniera molto più protetta offrendoti maggiore protezione da virus, spyware, malware e altro.

Scarica gratuitamente Internet Explorer 8, e aggiornalo con gli aggiornamenti disponibili gratuitamente sul sito Microsoft. Visita la pagina di Internet Explorer 8.